Politiche di Pari Opportunità Leadership Femminile Diversity Management

Giovani e Famiglie: le chiavi dell’accesso

Giovani e Famiglie: le chiavi dell'accesso

Il progetto "Giovani e famiglie" presentato nel 2009 e finanziato dal Dipartimento della Gioventù, è stato realizzato tra il 2011 e il 2013. in collaborazione con Movimento per la Vita (in qualità di capofila).

Il progetto era finalizzato alla realizzazione di interventi sperimentali a sostegno della natalità, della maternità, delle giovani famiglie e dell’infanzia. Aspetto fondamentale è l'inclusione nella definizione di "giovani famiglie" anche delle famiglie monoparentali, in particolare, quelle composte da madre e bambino.

 
Il progetto ha previsto la realizzazione di quattro interventi:
a) due azioni finalizzate al sostegno delle giovani famiglie:
- una prima azione volta alla sperimentazione di "asili di condominio" in cui un ristretto gruppo di giovani famiglie decide di affrontare insieme l'esigenza di asilo per i loro figli demandando l'attività educativa a turno tra le mamme con l'ausilio di una educatrice esterna.
- un'azione volta alla creazione di attività di formazione finalizzata alla creazione di gruppi di auto-mutuo aiuto formati da giovani coppie
b) un'azione di formazione per ragazze madri ospitate in strutture residenziali finalizzata ad acquisire competenze professionali volte alla creazione di un'impresa in grado di offrire occasioni stabili di lavoro all'uscita dalla casa famiglia
c) un'azione di formazione per personale sanitario su piattaforna online volta alla conoscenza della depressione pre e post partum,della sindrome post-aborto.
Il progetto ha interessato le regioni della Campania, del Lazio e dell'Abruzzo.

In tutte e tre le regioni si è rivolto in particolar modo alle persone e ai cittadini in condizione di essere e/o diventare "genitori", tenendo presente tutto l'ambito in cui si colloca il delicato compito "genitoriale" nella molteplicità delle sue forme e delle sue sfumature. 

Sono stati aperti 6 nidi-familiari, due in ogni regione, da queste esperienza sono nate nuove richieste di apertura nidi-familiari da parte di sedi MpV non rientranti nel progetto, ma che il MpV ha deciso di seguire nella realizzazione ed apertura.
Ma, vedere cresce e unirsi il gruppo di donne che ha partecipato all'azione volta all'acquisizione di competenze professionali, nel caso specifico nel lavoro di serigrafia,  è stata la vera forza del progetto.
Queste donne, madri single, si sono dimostrate capaci, attente e molto coraggiose, tanto da contagiare tutti noi operatori e responsabili del progetto.

Queste donne si sono impegnate nelle attività formative per acquisire le competenze necessarie, per diventare imprenditrici di se stesse, per essere creative e competitive sul mercato del lavoro.
</font>

/* */