Politiche di Pari Opportunità Leadership Femminile Diversity Management

TWIN


“TWIN - Work & Life Balance” un progetto di crescita per donne
imprenditrici

a cura di Patrizia Laudano

Il progetto “TWIN-work&life balance” è stato realizzato quale percorso di apprendimento esperienziale ideato e promosso dal Comitato Femminile Plurale di Confindustria Salerno,
con l’obiettivo di bilanciare la vita personale e professionale di 35 imprenditrici partecipanti alle attività. L’obiettivo del corso era già racchiuso nel titolo: TWIN (“gemello, doppio”),
ovvero raddoppiare le capacità manageriali di tutte le partecipanti, impegnate come sono, sul doppio binario personale e professionale, in un’ottica work&life balance”.

A guidare le sessioni di lavoro iniziate il 15 marzo, le sorelle Francesca e Giuliana Saccà, docenti preparate e disponibili, tutor di riferimento dal Comitato Femminile di Confindustria
grazie alle competenze già da tempo validate. Il coordinamento delle giornate ha visto impegnate Monica De Carluccio, responsabile internazionalizzazione, formazione e progetti speciali di
Confindustria Salerno e la Presidente del Comitato femminile Plurale, Alessandra Pedone.

Durante gli otto incontri del progetto le imprenditrici hanno acquisito le competenze necessarie per gestire in maniera multitasking la propria agenda, raddoppiando così la proprie abilità manageriali sia in casa che in ufficio, in modo da poter gestire il “duplice” ruolo di donne d’azienda e di donne impegnate in casa e famiglia.

Anch’io, in rappresentanza dell’Osservatorio Interdipartimentale per gli Studi di genere e Pari Opportunità (OGEPO) dell’ Università di Salerno, nell’ambito del corso “Leadership Femminile, Pari Opportunità & Diversity Management”, ho partecipato agli incontri, sentendomi fin da subito parte del gruppo. Le aree principali, oggetto di approfondimento nel corso di Twin, hanno riguardato i 6 fattori cardine nelle indagini inerenti lo stress da lavoro correlato, ovvero di ruolo, intrinseci al lavoro, interpersonali, organizzativi, di carriera e relativi all’interfaccia lavoro/casa. A monte e a valle delle 6 giornate dedicate ciascuna all’approfondimento di un fattore, sono state inserite 2 giornate di apertura e chiusura del progetto, la prima per
introdurre la tematica, esplicitando obiettivi, finalità, metodologia, approccio, tecniche e strumenti selezionati per il percorso e per misurare il livello iniziale di stress di ogni partecipante, la seconda, col fine di sintetizzare quanto svolto lungo l’intero arco temporale.

Il corso ben strutturato, si è svolto in un clima disteso e sereno e ha visto pienamente soddisfatte le aspettative di tutte le partecipanti, grazie alla metodologia utilizzata che ha stimolato il confronto e la riflessione delle imprenditrici provenienti da esperienze di vita e lavoro diverse. Nel corso delle sessioni laboratoriali, infatti, si sono alternati momenti di incontro, lo scambio di esperienze personali e sono affiorati i ricordi di esperienze passate e di conquiste raggiunte. Il coinvolgimento è stato costante e il corso si è arricchito dei contributi apportati da ognuna durante le prove, i test e i laboratori pratici con la valorizzazione reciproca di conoscenze.

Importante, infine, il momento di chiusura del corso relativo alla valutazione complessiva delle prove sostenute durante gli otto incontri. Iniziata con un momento di relax attraverso la conversazione tra le partecipanti e la colorazione di “mandala” utile per ritrovare calma, equilibrio e pace, proseguita con una performance live di “show coking” la giornata, svoltosi presso la Cesare Trucillo SpA, sede del Caffè Trucillo a Salerno, ha concluso in maniera conviviale e creativa il percorso, grazie a stimoli individuali e collettivi gestiti da Francesca e Giuliana che hanno definito gli esiti del corso attraverso osservazioni costruttive e riflessive su ogni partecipante.

A percorso completato, abbiamo sicuramente acquisito delle abilità per fronteggiare al meglio lo stress, grazie a un più corretto equilibrio tra le facoltà razionali e quelle intuitive, in modo da essere in grado di mantenere la concentrazione e padronanza di noi stesse anche in periodi di overload (sovraccarico) da impegni, riuscendo al contempo a stabilire sane dinamiche interpersonali e un buon clima professionale.



In una parola, le donne di Twin oggi sono più somiglianti a se stesse e più consapevoli delle proprie doti distintive.

/* */